Rullo di tamburi!

Con un po’ di ritardo dovuto all’influenza della vostra Abby Faith pubblichiamo la seconda intervista a una nostra very talented reader. Emma abita a Padova e nonostante la giovane età (nove anni compiuti da poco) è sempre la prima a vivere le avventure delle Talent Angels, grazie anche alla mamma e al papà che ormai sono un po’ zii delle nostre Squinz, mentre lei è la loro cugina grande. Ma non basta: ha anche un blog http://raccontidiemma.wordpress.com/ (ho letto le ultime due sui provini: brava brava brava!) che, nonostante gli impegni scolastici e artistici, riempie di belle storie. Una ragazza molto interessante! Conosciamola meglio.

Quale delle Talent Angels ti assomiglia di più o a quale vorresti assomigliare?

Sinceramente assomiglio a Julie, ed è la mia preferita

Se dovessi creare tu una nuova Talent Angels, come sarebbe?

Per me sarebbe un attrice,e sarebbe impegnatissima e antipaticissima.

Ti piacerebbe intervistare un cantante, un ballerino, un qualsiasi artista? Cosa gli chiederesti?

Gli chiederei come sono andati i suoi provini e le emozioni che prova

E se potessi intervistare un personaggio storico chi sarebbe? Che domande gli faresti?

Image

Michael Jackson. Gli avrei chiesto se gli sarebbe piaciuto fare un altro lavoro

Anche tu canti, balli, suoni, reciti, scrivi, dipingi… (o ti piacerebbe farlo)?

In effetti io canto, ballo, recito e scrivo

Cosa ti piace fare nel tempo libero?

Dipende , a volte invito delle amiche e a volte faccio i compiti oppure gioco da sola con le Barbie.

Se ti chiedessero: “Cos’è l’arte?” come risponderesti?

Per me l’arte è un diverso modo di comunicare, come il canto trasmette emozioni con la musica, la danza è un modo di comunicare senza parlare ma facendo passi eleganti o scatenati … ecc. poi c’è l’arte del disegno che comunica altre cose immaginarie o realistiche . Ma poi c’è la musica, il teatro … ma per me l’arte è la capacità di trasmettere emozioni in modo diverso.

Cosa ti piace della scuola? Cosa cambieresti?

Mi piace tutto della scuola a parte le urla che facciamo!

Che lavoro ti piacerebbe fare un giorno, come ti piacerebbe essere?

Vorrei fare la maestra e voglio essere normale : paziente , divertente, comprensiva , severa quando ce ne è bisogno … ma a volte penso che se farò la maestra non commetterò alcuni errori dei maestri.

Image

C’è un personaggio di un libro qualsiasi che ti ha colpito? Quale? Perché?

Ce ne sono molti , ma uno di questi è “La nonna sul melo “ di Mira Lobe . Mi ha colpito molto perché c’ è una nonna scatenatissima che fa di tutto , ma proprio di tutto !

C’è una frase di una canzone che ti piace particolarmente? Come mai?

Sì : “..e se anche i baci si potessero mangiare ci sarebbe un po’ più amore e meno fame..”. Dalla canzone “Se si potesse non morire” dei Modà (Sanremo 2013).

C’è qualcosa che ti fa arrabbiare e che vorresti cambiare?

I MASCHIIIIIIII! Trattano male noi femmine , ci danno fastidio.

Ti piacerebbe viaggiare? C’è un Paese, una città, un qualsiasi luogo del mondo che ti incuriosisce o ti affascina?

New York. Perché ho visto in parecchi film New York e mi piacerebbe vederla dal vivo

Image

Guardi la TV? Che programmi ti piacciono? Quali non ti piacciono?

Ce ne sono tanti che mi piacciono, ma uno di quei tanti è “ A tutto reality”. Molti altri non mi piacciono, uno di quelli è “ Grachi”

Ti capita di dover guardare programmi “da adulti”, tipo telegiornali, talk show, trasmissioni di approfondimento…? Cosa ne pensi?

Guardo i gialli , ma mi piacciono ! Ad esempio “La signora in giallo” o “L’ispettore Barnaby”.

Grazie Emma! In bocca al lupo per tutte le tue attività, i tuoi sogni e… preparati: sta per arrivare la terza avventura delle Talent Angels. Un po’ paurosa (ma non troppo, spero 😉 )

Ancora a spasso per Rotterdam

Toms dice che le fanno paura, Emy le definisce “il trionfo dell’intelligenza”, Padma pensa che sembrino un giocattolo, Julie le trova un modello di equilibrio, Tess approva che siano “ispirate alla natura”.

Di cosa stiamo parlando? Delle case cubiche!

Image

Si trovano nel centro di Rotterdam e sono abitazioni vere e proprie, progettate dall’architetto Piet Blom nel 1984. La parte superiore ha la forma di un cubo inclinato di 45 gradi. Sono allegramente colorate di giallo con finestre scure circondate da cornici bianche. Ogni casa rappresenta un albero e il loro insieme simboleggia un bosco tra cui appaiono magici squarci di cielo azzurro.

Image

Ma come si fa a vivere dentro una casa inclinata???
Attenzione, le pareti sono oblique, ma il pavimento all’interno è perfettamente orizzontale. Un modo per ribadire un concetto caro alle Talent Angels: l’apparenza inganna 😉

ImageImage

Per vederle meglio all’interno, QUI c’è un filmato (in portoghese)

La Squinz-cetta di Julie

Carissimi lettori, ricevo e inoltro questa invitante ricetta dalla talent angel Julie Endale (sarebbe stata un’esclusiva per la rivista TEEN, ma la produzione ha il coltello dalla parte del manico…):

La foglia d’acero è uno dei simboli del Canada, infatti è presente persino nella sua bandiera.
Il Québec, la regione in cui sono nata, è uno dei maggiori produttori al mondo di sciroppo d’acero, ingrediente fondamentale del mio dolce preferito, la crostata allo sciroppo d’acero.
Quando ho dato la ricetta a Padma le è venuta l’acquolina in bocca solo a sentire gli ingredienti

La volete anche voi?

Preparate una base di pasta frolla, se non siete molto esperte, o siete pigre, usate quella surgelata (fatela scongelare prima di stenderla con il mattarello e cercate di non smangiucciarla mentre è ancora solida come ha fatto Tess che a momenti si spaccava un dente!).

Per la vera bontà, cioè il ripieno, sbattete con la frusta elettrica 270 g di zucchero di canna e due uova.
Mi raccomando, fate una bella crema spumosa! Aggiungete 100 g di panna e altri 100 g di sciroppo d’acero (si trova in molti supermercati).
Infine, amalgamate anche 30 g di burro fuso, sempre con la frusta elettrica.

Rivestite con la pasta frolla uno stampo per crostate di circa 20 cm di diametro, versateci dentro il ripieno e mettete in forno a 170° per 45-50 minuti. Per sapere se è pronta controllate che la pasta sia bella dorata, il ripieno è gonfio e con la crosticina scura.

Padma ne mangia tre fette alla volta spruzzandole di panna montata.
Emy fa finta di non volerla nemmeno assaggiare ma poi…
Le altre gradiscono senza fare tante storie. E presto mi daranno ricette tipiche dei loro paesi per ricambiare questa.

Bon appétit!!!”

Julie Endale ama Degas

Ho mostrato questa foto alla canadese Julie Endale, danzatrice, e non mi aspettavo certo che una quattordicenne potesse soffermarsi a disquisire delle differenze tra le scuole di danza dell’800 e quelle di oggi, su come è cambiata la didattica, sulle affinità che sta riscontrando con i colleghi ballerini provenienti da tutto il mondo,  eccetera, ma… ma… ma…
Mai mi sarei aspettata una reazione sconclusionata del genere! (Le raffiche di imprecazioni sono state opportunamente oscurate).

“Che bella questa foto #*§£$/&§!!!
C’est à dire, ehm, volevo dire questo QUADRO di Degas.
Perché? Perché stanno facendo una lezione di danza senza la Vedova Nera!
Chi è? Oh #*§£$/&§!!! Devo scappare a lezione di cultura generale!”

Anche per oggi è tutto da Abby Faith (for TEEN)

Mica solo Google compie gli anni oggi!

E mentre a New York fervono gli ultimi preparativi per la prima diretta di Talent Angels – Il mondo ai tuoi piedi e i nostri concorrenti stanno facendo un’ultima sessione di prove luci, posizioni, costumi e sound check prima di pranzo, ci giunge la notizia che i cuochi dell’Endeavour hanno preparato una splendida torta per festeggiare il compleanno di una splendida concorrente: Julie Endale, danzatrice proveniente dal Canada, che compiendo i 13 anni proprio oggi, è potuta entrare per il rotto della cuffia nel talent dei talent.

Unico problema: la bellissima torta è viola.

Speriamo che Julie non sia superstiziosa…

Cinque morsi alla Grande Mela

Abby Faith, l’inviata di TEEN, ci riferisce da New York che è più facile incontrare un insetto tropicale nella Grande Mela (speriamo non sia un verme allora!), che i blindatissimi concorrenti di Talent Angels.

Mentre i ragazzi sono super impegnati nella preparazione della prima puntata, l’indomita procacciatrice di notizie si sta facendo in quattro per ottenere un’intervista esclusiva con il bellissimo presentatore Klay Williams o con qualunque insegnante.
La risposta del produttore Robert Quirinus però è sempre la stessa: “PICCHE!”

 

Tuttavia, non si sa come e non vogliamo nemmeno tentare di saperlo, Abby è riuscita a contattare di nascosto uno dei fotografi ufficiali di Talent Angels.
Per rispettare la privacy delle sue fonti ed evitare il loro licenziamento in tronco, il fotografo, o la fotografa, sarà d’ora in poi citata con lo pseudonimo di “Cene Rentola”.
Oltre a poter gustare i frutti della sua eccezionale bravura, pari solo al suo incredibile coraggio e alla strabiliante generosità, grazie a ehm… la signora Cene Rentola (aumm aumm) siamo riusciti a strappare alcune dichiarazioni a cinque ragazze in gara!

 

Nei prossimi giorni sarà pubblicata una foto esclusiva di New York, con un ancora più esclusivo commento delle cinque partecipanti. Possiamo anticiparvi i loro nomi e specialità di ognuna nel talent.

 

Toms Bent, cantante.
Padma Ramani, cantante.
Emy Austen, attrice
Tess Boyle, musicista.
Julie Endale, danzatrice